Mag 28 2011

Scippa il mio TOMtom.

Tutto tutto così comodo. Così semplice. Pc acceso amici a portata di mano. Tutto qui, tutto subito.
Mi dimentico di me.
L’animale, la bestia, l’uomo delle caverne. Io ero quello, ora sono qui e batto i tasti di una tastiera silver, penso a cose sofisticate e a quanto male possa fare decidere di cambiare.
Un rapporto comodo.
Un casa comoda.
Un lavoro comodo.
Un percorso comodo.
Comunicazione comoda.
Cosa ci danno, cosa ci tolgono. Quello che ci danno è sempre tanto, più di quello che dovremmo desiderare. Quello che ci tolgono è più difficile da ponderare. È più facile che ci sfugga, e che un giorno ci accorgiamo di essere anche la somma di tante sottrazioni.